Dicono di Noi

Querce Bettina: ecco la novità "For Friends"!

-

L’azienda accoglie un nuovo arrivato nella sua scuderia di vini pregiati

Quello che contraddistingue Querce Bettina, azienda a conduzione familiare di Montalcino, è una tradizionalità ed uno spirito di appartenenza al proprio territorio comune a pochi. Un’attitudine che si rivela nelle sue scelte produttive. Vini sempre originali e dal carattere inconfondibile, in grado di conquistare anche i palati più esigenti in un crescendo di aromi e sapori indimenticabili. Eppure, anche addentrandosi in territori inesplorati, l’azienda riesce ad ottenere risultati notevoli. Come con il rosso Igt Toscana “For Friends”, nuovo arrivato nella sua scuderia. Composta al 90% da uve di Sangiovese Grosso del 2016 affinato in tonneaux per dodici mese e al 10% da Cabernet Sauvingon barricato per quindici mesi, la nuova etichetta firmata Querce Bettina allieta la vista presentando sfumature di un rosso intenso. Al naso offre sentori di frutti rossi, mirtilli e ribes, mentre in bocca è morbido e di buona persistenza. Piacevole e versatile, accompagna egregiamente primi e secondi piatti della cucina toscana.


"La Leggenda": il vino "cometa" di Querce Bettina

-

Blend estremamente pregiato di Sangiovese e Cabernet Sauvignon, l’etichetta si prepara a conquistare anche i palati più esigenti.

E’ decisamente frutto di una geniale e lungimirante intuizione la creazione enoica più rara di Querce Bettina: “La Leggenda”, Igt Toscana nato, per così dire, da una costola del Brunello dopo la resa eccezionale della vendemmia del 2015. Una sperimentazione partita prendendo solo 10 quintali di vino ed affinandolo in speciali barrique di rovere francese, accuratamente scelte con 3 anni di stagionatura del legno ed una tostatura media. Dopo 18 mesi, il vino viene travasato ed unito a 100 litri di Cabernet Sauvignon, precedentemente sottoposto al medesimo processo di affinamento in barrique, arrivando ad ottenere un blend composto per il 90% da Sangiovese 2015 e per il 10% da Cabernet Sauvignon 2015. Imbottigliato sul finire dell’agosto 2017, “La Leggenda” è un’etichetta decisamente sui generis che vuole ricordare come la storia di Querce Bettina abbia avuto origine dalla ormai famosa leggenda popolare che parla di quella vecchina che si incontrava solo lì sotto la maestosa quercia. Un risultato pregiato di quella che l’azienda ama definire una produzione “cometa”. Qualcosa di unico ed irripetibile, realizzato attraverso l’opera congiunta dei migliori vini e dei migliori materiali. Di grande corpo, presenta un aroma estremamente gradevole e complesso, conquistando i palati più esigenti con un gusto lungo e rotondo che lo rende adatto anche ai momenti fuori pasto.


Viaggio a Montalcino: un luogo da fiaba tra colline da favola E per completare l'emozione, un calice di Brunello firmato Querce Bettina

Articolo tratto da: igrandivini.com

Che ne dite di un ‘enogioco’ all’antica? Prendete una mappa della Toscana, una vera mappa, di quelle di carta, spiegazzate che non si riescono mai a richiudere con la piega originale. Ora cercate Siena. Fatto? Benissimo, ora con il dito indice scorrete sotto la città del Palio… scendete, scendete e arrivate all’altezza di Pienza. Ora scorrete con lo sguardo verso ovest. Ecco, lì, proprio accanto al vostro dito trovate Montalcino, un nome famoso in tutto il mondo grazie a un ambasciatore di tutto rispetto: il Brunello.

Una cosa così bella, così ricca, così eccellente non può che nascere in un luogo fiabesco, dove il borgo medievale, circondato dalla possente cinta muraria, testimonia la sua storia e la forza delle sue tradizioni. Una volta montati in macchina e giunti fin qui, non potete non visitare l’antico castello che domina la cittadina della Val’Orcia, esempio architettonico ammirato in lungo e largo. Per trasformare il vostro viaggio in un’experience non vi restano che 2 cose da fare: accarezzare con lo sguardo le dolci colline abitate da antiche querce, alberi d’olivo, strade di campagna lungo vigneti e cipressi, e degustare un bicchiere di Brunello, se biologico meglio, per preservare la bellezza di questi luoghi. Qualche idea? L’azienda Querce Bettina potrebbe fare al caso vostro. Sandra e Roberto vignerons con alle spalle un’esperienza animata dalla passione, insieme all’enologo Paolo Caciorna, danno vita ogni anno a un vino che non può non stuzzicare i vostri sensi. Non fate mancare ai vostri appunti di viaggio i loro Brunello di Montalcino Docg, Brunello di Montalcino Riserva Docg, Rosso di Montalcino Doc, tutti rigorosamente bio.


Un risultato eccellente per Querce Bettina sulla guida Vitae dell’AIS

Articolo tratto da:“igrandivini.com

Ottimo esordio per l’azienda Querce Bettina su Vitae, la guida dei vini ufficiale dell’Associazione Italiana Sommeliers. L’azienda e i suoi vini sono stati molto apprezzati dagli assaggiatori AIS che hanno così scritto: “ I vini colpiscono per l’avvenente struttura, che lascia una lunga e suadente persistenza gusto-olfattiva.”
Particolarmente apprezzato è stato il Brunello 2012 che ha ricevuto un punteggio superiore ai novantuno punti, venendo definito un vino di eccellente profilo stilistico e organolettico. Ottimo punteggio anche per Rosso di Montalcino 2013, che si attesta sopra gli ottanta punti e viene elogiato soprattutto per la freschezza fruttata, l’equilibrio e la persistenza.

Il titolare dell’azienda Roberto Moretti, si è detto molto soddisfatto per i risultati raggiunti, che confermano la dedizione e la coerenza con le proprie scelte nello svolgimento del lavoro in cantina ma soprattutto in vigna portato avanti dall’azienda oggi al traguardo della certificazione biologica Ormai da qualche anno l’azienda è certificata “Ecofriend” a conferma della presenza di impianti e di processi di lavorazione compatibili e rispettosi dell’ambiente in cui opera.

Quercebettina è una piccola realtà a conduzione familiare, è nata nel 1992 ed è situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino a un’altitudine di circa 440 metri slm. La superficie vitata, di circa 2,4 ettari, permette di portare avanti in vigna una maggior attenzione e cura delle singole piante nell’ottica di puntare sull’alta qualità dei prodotti piuttosto che sulla quantità.

Excellent results in the AIS wine guide Vitae for Querce Bettina

Recently Querce Bettina made a very good new entry in Vitae, the wine guide created by the Associazione Italiana Sommeliers. This winery and its wines were really appreciated by the AIS tasters, whose said: “these wines are impressive for their beautiful structure, which leaves a long, persuasive taste-olfactory persistence in the mouth.”
The Brunello 2012 was particularly appreciated by the judges and awarded a score of more than 91 points, being also defined as a wine with an excellent stylistic, organoleptic profile. A good score goes also to the Rosso di Montalcino 2013, which was above 80 points and it was specially appreciated for its fruity freshness, its balance and persistence. The owner of this winery, Roberto Moretti, was very proud of these results, which confirm dedication and coherence in his choices about leading the work in the cellar but especially in the vineyard. To date, the winery is just obtaining the organic certification. In fact, since some years, it was awarded with a “Ecofriend” certification, confirming the presence of machinery and processes which are compatible and respectful of the environment where they operate. Querce Bettina is a small family winery which was born in 1992 and it’s situated on the South-West area of Montalcino, at an altitude of 440 metres above the sea level. Its small vineyard surface of 2.4 hectares give it the opportunity to follow every single plant more efficiently, pointing to the high quality of its products rather than their quantity.


Querce Bettina: il piacere di un regalo raffinato per il vostro natale.

Articolo tratto da:“igrandivini.com

Per accompagnare in maniera elegante e raffinata le vostre cene natalizie o anche semplicemente per fare un regalo importante a una persona che vi sta a cuore, i vini dell’azienda Querce Bettina possono rivelarsi i più adatti.
Come il Brunello, dal colore rosso rubino intenso con tendenze al granato, dal sapore asciutto, tannico ma nel contempo caldo, robusto e persistente. Un vino perfetto per essere degustato in meditazione, davanti a un caminetto acceso in abbinamento a dell’ottimo cioccolato fondente. E non solo: il Brunello di Querce Bettina risulta perfetto come bottiglia da aprire durante i pranzi e le cene natalizie, per fare bella figura con amici e parenti e per portare sulla vostra tavola tutta la bontà di un vino di altissima qualità.

Per chi poi volesse optare per l’elegante confezione regalo, potrà abbinare il vino alla raffinata Grappa di Brunello invecchiata in rovere di Slavonia e all’Olio Extravergine di Oliva, che viene ottenuto tramite la frangitura a freddo per concentrare la presenza di polifenoli a circa 505 mg/kg. L’olio é ottenuto dalle varietà Leccino, Correggiolo e Moraiolo, cultivar tipici delle colline toscane.
Querce Bettina è un’azienda a conduzione familiare nata nel 1992 ed è situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino, a un’altitudine di circa 440 metri slm. Nell’azienda si coltiva esclusivamente Sangiovese Grosso per un totale di 2,4 ettari vitati. La ridotta superficie vitata permette di riservare alle viti una maggior attenzione e cura, nell’ottica di produrre vini di alta qualità ed espressione del terroir di Montalcino. La produzione si aggira sulle 6500 bottiglie di Brunello Docg e su circa 9000 bottiglie di Rosso di Montalcino Doc l’anno, mentre la riserva è prodotta solo in annate particolari.

Querce Bettina: the pleasure of a prestigious gift for your Christmas.

To accompany with elegance and prestige your Christmas dinners or simply to make a present to a very important person to you, the wines produced by Querce Bettina could be the most suitable ones.
For example the Brunello, featuring an intense ruby red colour tending to garnet, with a dry, tannic taste, but at the same time warm, robust and persistent. A perfect meditation wine to enjoy in front of your fireplace, especially if matched with an excellent dark chocolate. Least but not last, the Brunello produced by Querce Bettina is perfect for Christmas lunches and dinner, for making a good impression on friends, parents and to bring the goodness of an excellent quality wine on your table. For the ones who want the gift box, it is possible to match this wine with the prestigious Grappa di Brunello refined in slavonian oak barrels and with the Extra virgin olive oil, which is obtained only through cold pressing for concentrating polyphenols to a quantity of 505 mg/kg. This oil is produced with the local Tuscan Leccino, Correggiolo and Moraiolo cultivars.

Querce Bettina is a family conduction winery which was born in 1992 and is situated on the South-West side of Montalcino, at an altitude of around 440 metres above the sea level. They exclusively cultivates Sangiovese Grosso grape variety, for a total area of 2,4 hectares. Having a small area of vines permits them to take more care of them, with the goal of producing high quality wines which are the expression of Montalcino terroir. Querce Bettina produces around 6500 bottles of Brunello di Montalcino Docg and around 9000 bottles of Rosso di Montalcino Doc per year, while the Riserva is produced only in the best vintages.


Querce Bettina ad Autochtona: l’appuntamento con i vini autoctoni d’eccellenza

Articolo tratto da:“igrandivini.com

Dal 16 al 17 ottobre l’Azienda Querce Bettina sarà presente con il proprio banco di degustazione all’edizione 2017 di Autochtona, la fiera che riunisce a Bolzano le migliori denominazioni e produttori del grande patrimonio vitivinicolo italiano.
Autochtona, oltre a essere uno dei più importanti eventi del panorama nazionale per i vini autoctoni italiani, offre al pubblico, accuratamene selezionato fra giornalisti buyer ed esperti del settore, l’opportunità di conoscere vignaioli che coltivano e lavorano direttamente le loro uve seguendo di persona l’intero processo produttivo, dalla vigna fino alla bottiglia. Durante la manifestazione, saranno assegnati, due premi molto ambiti: “Autoctoni che passione!” e “Tasting Lagrein”. A decretare i vincitori, una giuria internazionale composta da tecnici, giornalisti ed esperti.
Querce Bettina vanta una produzione di nicchia, pregiata ed encomiabile che si aggira sulle 6500 bottiglie di Brunello e su circa 9000 bottiglie di Rosso di Montalcino Doc l’anno, mentre la riserva viene fatta solo in annate selezionate.
L’azienda è situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino, a 440 metri sul livello del mare e si estende per trenta ettari, fra macchia, uliveti e vigneti con una superfice vitata di 2,4 ettari.

Querce Bettina vi aspetta a Bolzano !!!

Querce Bettina at Autochtona: the appointment with native wines of excellence

The 16th and the 17th of October Querce Bettina and its tasting table will be present at the 2017 edition of Autochtona, the exhibition that gathers in Bolzano the best appellations and winemakers of our big Italian viticultural patrimony.
Autochtona, other than being one of the most important national event dedicated to Italian native wines, offers the public, which is made of journalists, buyers and operators, the opportunity to meet winemakers who personally cultivate and work their grapes, and are always present in the whole productive process, from the vineyard to the bottle.

During the exhibition, two scope prizes will be delivered: “Autoctoni che passione!” And “Tasting Lagrein”. An international jury, made of technicians, journalists and experts, will decree the winners.
Querce Bettina boasts a prestigious,:commendable niche production that is divided into 6500 bottles of Brunello and 9000 bottles of Rosso di Montalcino Doc per year, while the Riserva is produced only in the best vintages. This winery is situated in the south-west side of the Comune di Montalcino, at an altitude of 440 metres above sea level. It spreds though 30 hectares of scrub, olive groves and vineyards, with a vineyard area of 2,4 hectares.

Querce Bettina is awaiting for you in Bolzano!


Vendemmia in due tempi a Querce Bettina

Articolo tratto da:“igrandivini.com

Così l’azienda montalcinese ovvierà alle problematiche dovute alla siccità estiva
Con l’estate agli sgoccioli è tempo di tirare le somme anche a Querce Bettina.

Le previsioni della vendemmia 2017 non sono incoraggianti: l’idrometro aziendale ha misurato solo 45 mm di pioggia in quattro mesi. Un’estate decisamente torrida, al contrario di quanto avvenne nel 2014, quando a sfavorire le colture furono le piogge troppo abbondanti.
Le piante da frutta e del bosco hanno sofferto molto e solo con la primavera si potranno valutare i danni effettivi. La vite e l’olivo hanno resistito alla siccità, ma al prezzo di buona parte di raccolto sacrificato: i frutti sono caduti prematuramente e sono stati arsi dal sole.
Allo stato attuale la maturazione non è al suo meglio, mancano gli antociani polifenoli che danno profumi e aromi; il livello di zucchero e la gradazione sono invece buoni.
Quest’anno, per ovviare a tale problematica, la vendemmia a Querce Bettina sarà divisa in due momenti: la prima raccolta è iniziata il 12 settembre e ha visto come protagonista l’uva più concentrata; la seconda avverrà dopo dieci giorni per favorire una più completa maturazione.
Per il mese di settembre sono previste ingenti precipitazioni (fino a 100 mm nei prossimi dieci giorni). Ciò non gioverà particolarmente alla vite, ma sarà d’aiuto almeno agli ulivi. Il quantitativo di grappoli purtroppo non permetterà la produzione della tradizionale confettura di uva sangiovese, uno dei prodotti tipici dell’azienda.
L’azienda agricola Querce Bettina dal 2014, quando ha purtroppo dovuto rinunciare al suo pregiato Brunello, a oggi ha sempre avuto ottime annate. Il 2017, che risentirà molto delle condizioni climatiche, sarà comunque un’annata tutta da scoprire…

Haverst will take place in two different periods at Querce Bettina

With this method this winery from Montalcino will solve some the problems caused by this hot, dry summer

Within the end of summer it’s time to make some plans also at Querce Bettina. The previews of harvest 2017 aren’t encouraging: the hydrometer measured only 45 mm of rain during the last 4 months. A really torrid summer, which is totally the contrary of the 2014, when the colture were instead demaged by the exceeding of rain. Fruit and forest plants suffered a lot and only during the next spring it will be possible to calculate the real damages. Vines and olive trees resisted to this torrid summer, but sacrificing a great part of the harvest: the fruits fell prematurely and were burnt by the sun.
At this moment the ripening is not at its best. We still miss the polyfenolic anticians which are responsable of flavours and aromas. Gradation and sugar level are good instead. This year, to solve this problem, the harvest will take place in two different periods: the first one begun on the 12th of September and gathered only the most concentrated grapes. The second one will take place 10 days later and this will assure a more complete ripening. In September we will have great quantities of rain( up to 100 mm only on the next 10 days). This thing will not help the vines, but at least will be useful for olive trees. The quantity of grapes, unfortunately, will not allow the production of sangiovese jam to take place, so this year we won’t have one of the most typical product of this winery. Querce Bettina, after 2014, when it had to renounce to produce its prestigious Brunello, always had produced excellent vintages till nowadays instead. The 2017, which is gonna be influenced by the actual climatic conditions, will be a vintage to fully discover anyway…


Querce Bettina: degustazione di qualità in cantina

Articolo tratto da:“igrandivini.com”

Querce Bettina, con l’arrivo della bella stagione e dei caldi estivi, organizzerà su richiesta di visitatori e di piccoli gruppi di persone, piacevoli degustazioni presso la propria cantina, situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino, ad un’altitudine di circa 440 metri. Otre a godere di uno stupendo panorama, in cantina sarà possibile rilassarsi fra un calice e l’altro, assaporando, in abbinamento a sfiziosi prodotti locali, gli eccellenti vini prodotti.
In aggiunta ai vini si potrà provare il pregiato olio d’oliva dal caratteristico colore verdognolo, fruttato al naso e con classici sentori di carciofo; l’olio di Querce Bettina è particolarmente indicato per accompagnare verdure crude o arricchire minestre e passati di verdura, legumi e piatti saporiti.
Querce Bettina è un’azienda a conduzione familiare nata nel 1999; tra le sue vigne si coltiva esclusivamente Sangiovese Grosso per un totale di 2,4 ettari vitati. La ridotta superficie vitata permette di riservare alle viti maggiori attenzioni e cure, nell’ ottica di produrre vini di alta qualità, espressione del terroir di Montalcino. La produzione si aggira attorno alle 6500 bottiglie di Brunello Docg e 9000 bottiglie di Rosso di Montalcino Doc. La pregiata riserva è, invece, prerogativa solo delle migliori annate.

Querce Bettina: high quality tasting in the winery

As the good season approaches, Querce Bettina organizes, upon request from visitors, pleasant tastings in its winery which is located in the south-west side of Montalcino municipality, at around 440 metres of altitude. Here you will find a breathtaking panorama and, in the winey, you will enjoy the excellent wines and some typical local dishes.
In addition to the wines, it will be possible to taste the fine olive oil produced by Querce Bettina, whose main characteristics are the greenish colour and the fruity flavours with the typical artichoke aroma. This oil is particularly good with raw vegetables, vegetables’ soup or puree and also with legumes or savoury dishes.
Querce Bettina is a family businnes, born in 1999. In its 2,4 hectars of vineyards, only Sangiovese Grosso is cultivated. In these realtively small vineyards, the greatest care is given to the vines, with the aim of producing high quality wines as the Montalcino’s terroir requires. Around 6500 bottles of Brunello Docg and 9000 of Rosso di Montalcino Doc are produced. The precious riserva is instead just for the best years.


Querce Bettina a Benvenuto Brunello

Articolo tratto da: “igrandivini.com”

Quest’anno un solo vino per Querce Bettina, il Brunello docg 2012 mentre per la vendemmia 2014 si è rinunciato per coerenza con le caratteristiche dettate dalle scelte aziendali, la produzione di Rosso di Montalcino 2015 è ancora in affinamento nel legno di rovere francese. La vendemmia 2012 è stata caratterizzata dal un clima caldo e i vini sono risultati ricchi di struttura, con tannini e acidità considerevoli, l’insieme li rende idonei all’invecchiamento e piacevoli dopo cinque/dieci anni di affinamento in bottiglie. Da acquistare e conservare in modo appropriato nella propria cantina.
Querce Bettina parteciperà all’edizione 2017 di Benvenuto Brunello, l’evento che funge da presentazione alla stampa e agli operatori del settore delle anteprime del Brunello annata 2012, della riserva 2011 e del Rosso annata 2015. La manifestazione si svolgerà come di consueto nel Chiostro del Museo di Montalcino e prevede, oltre alle degustazioni, anche la proclamazione delle stelle assegnate alla nuova vendemmia, la posa della piastrella celebrativa della nuova annata e la consegna dei Premi Leccio d’Oro. Querce Bettina è un’azienda a conduzione familiare nata nel 1992 ed è situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino, a un’altitudine di circa 440 metri. Nell’azienda si coltiva esclusivamente Sangiovese Grosso per un totale di 2,4 ettari vitati. La ridotta superficie vitata permette di riservare alle viti una maggior attenzione e cura, nell’ottica di produrre vini di alta qualità, espressione del terroir di Montalcino. La produzione si aggira sulle 6500 bottiglie di Brunello Docg e su circa 9000 bottiglie di Rosso di Montalcino Doc l’anno, mentre la riserva è prodotta solo in annate particolari.

Querce Bettina at Benvenuto Brunello

Only one wine for Querce Bettina this year, the Brunello dog 2012, while they decided to not produce the vintage 2014, to be coherent with the characteristics imposed by the winery. Finally, the Rosso di Montalcino 2015 is still aging inside its french oak barrels. The vintage 2012 was characterised by a warm climate profile and its wines resulted rich in structure, with high acidity and tannins. This features make them fitted for long aging and drinkable after 5-10 years of refinement in the bottles. A must have to appropriately keep inside our cellars. Querce Bettina will participate in the 2017 edition of Benvenuto Brunello, the event which will introduce to the press and the wine operators the previews of Brunello di Montalcino 2012, Brunello di Montalcino Riserva 2011 and Rosso di Montalcino 2015. The exhibition will take place as always inside the Chiostro del Museo di Montalcino and features, other than the tastings, also the stars assignment to the last vintage, the placement of its celebrative badge and the delivery of the Premi Leccio d’Oro.
Querce Bettina is a family winery that was born in 1992 and it’s located in the South-West side of the Comune di Montalcino, at an altitude of 440 metres above sea level. In the vineyards is cultivated only the Sangiovese Grosso grape variety, for a total of 2,4 hectares.
This small cultivated surface permits to give more attention and care to the vines, with the goal to produce high quality wines which will be an expression of Montalcino terroir. The production is divided into around 6500 bottles of Brunello di Montalcino and around 9000 bottles of Rosso di Montalcino, while the Riserva is produced only in particular vintages.


Olio d'oliva all'insegna della qualità e del biologico all'azienda Querce Bettina

Articolo tratto da: “igrandivini.com

Presso l’azienda Querce Bettina si è conclusa la raccolta delle olive che, raccolte esclusivamente a mano a partire dalla seconda decade di ottobre fino ai primi giorni di Novembre, sono spremute tra le 24 e le 36 ore dalla raccolta presso il Frantoio oleario di Borgo Santa Rita.L’uliveto dell’azienda Querce Bettina si trova a circa 400 metri sul livello del mare, nel versante sud di Montalcino, in una zona da sempre vocata per la coltivazione dell’ulivo. Fin dal suo impianto nel 1994 l’uliveto è caratterizzato da un cultivar di Leccino, Correggiolo e Moraiolo e le piante (circa 550) sono curate senza impiego di fitofarmaci. La lotta contro la mosca è condotta con il sistema di prevenzione “Ecotrap” che sfrutta il feromone della mosca attraendo il maschio per inibirlo alla fecondazione e di conseguenza all’ inseminazione della drupa. Contestualmente, il sistema Ecotrap mantiene il terreno privo di larve per la riproduzione primaverile delle successive annate.
L’olio prodotto ha un caratteristico colore verdognolo, al naso risulta fruttato, con i classici sentori di carciofo. E’ particolarmente indicato per accompagnare verdure crude (pinzimonio) minestre e passati di verdura, legumi e piatti saporiti.

An extra virgin olive oil in the name of quality and organic breeding at the winery Querce Bettina

At Querce Bettina the olive harvest has just ended. The olives, which are exclusively picked by hand starting from the second decade of October till the first days of November, are squeezed between 24 to 36 hours from the harvest at the oil mill of Borgo Santa Rita.The olive grove of Querce Bettina is located about 400 meters above sea level, in the south part of Montalcino, that’s a more suitable area for the cultivation. Since its installation in 1994, the olive grove is characterized by a cultivar of Leccino, and Moraiolo Correggiolo varieties and the plants (about 550) are raised without using pesticides. The fight against the olive fly is conducted with the “Ecotrap” prevention system, which uses the female pheromone and attracts the male fly to inhibit fertilization and consequently the insemination of drupa.Concurrently, the Ecotrap system keeps the soil free from larvae also for the spring reproduction of successive vintages.
The oil produced has a distinctive greenish color and the nose is fruity, with the typical hints of artichoke. It is particularly suitable to accompany raw vegetables (crudités), soups and vegetable soups, legumes and savory dishes.


La qualità si riconosce fin dalla vendemmia a Querce Bettina

Articolo tratto da: igrandivini.com

Ottimo andamento per la vendemmia 2016 all’azienda agricola Querce Bettina. Nonostante molte zone di Montalcino siano state funestate da piogge nei periodi di Luglio e Settembre, e di conseguenza le uve abbiano manifestato problemi di maturazione omogenea e, talvolta, ritardi nello sviluppo degli zuccheri. Le uve raccolte a Querce Bettina nell’ultima decade di Settembre sono state eccellenti e il vino ottenuto si può classificare al livello di quello del 2015, che ha avuto evoluzione comunemente ottima. Le ultime analisi del vino ancora in fermentazione malolattica confermano il trend positivo: il vino, oltre a presentare una buona acidità e un buon grado alcolico, ha già un colore intenso, con profumi e aromi già presenti. Unica nota negativa è che la resa per ettaro è stata inferiore del 17% rispetto all’anno precedente; ciò è una naturale conseguenza delle scelte di allevamento dell’azienda, che con il sopraggiungere negli anni di problemi climatici, ha portato avanti una politica incentrata su riduzioni coraggiose allo scopo di aiutare la qualità e la sanità delle uve e delle vigne impiantate. Ciò è indubbio sinonimo della qualità del vino prodotto dall’azienda Querce Bettina e della sua profonda conoscenza del terroir di Montalcino.At Querce Bettina the final quality is already recognisable from the harvest.

Excellent performance for the 2016 harvest at the winery Querce Bettina.

Although many areas of Montalcino have been marred by rains in the periods of July and September and consequently the grapes had uniform ripening problems, with sometimes delays in the development of sugars, the grapes harvested by Querce Bettina in the last ten days of September were excellent and the wine obtained can be compared to the 2015 vintage, which had in common an excellent evolution. The latest analysis of the wine, which is still in malolactic fermentation, confirmed a positive trend: the wine, presenting a good acidity and a good alcohol content, has also an intense color, with aromas and flavors already present. The only negative note is that the yield per hectare was 17% lower than the previous year; this is a natural consequence of the breeding choices made by the winery, which, with also many climate issues occured in the last years, pursued a policy focused on bold reductions in order to improve quality and health of the grapes and the implanted vines. This is undoubtedly synonymous with the quality of the wine produced by Querce Bettina and his deep knowledge of the terroir of Montalcino.


Ottimi risultati per Querce Bettina in terra di Piemonte

Articolo tratto da: igrandivini.com

Quest’anno il Brunello 2011 e il Rosso di Montalcino 2013 dell’Azienda Querce Bettina sono stati premiati al Concorso Nazionale della Douja D’Or, che si svolge ogni anno in occasione del mese Astigiano che ruota intorno al Palio dei quartieri.
Il concorso, a cui partecipano vini di tutta Italia rigidamente selezionati dagli esperti Onav, premia i vini conferendo un attestato di qualità. “L’idea di partecipare a questa selezione” spiega Roberto Moretti, titolare dell’azienda “nasce dal desiderio di confrontarci con le diverse culture e tradizioni vitivinicole, andando ad Asti per far incontrare gli esperti e amanti dei vini piemontesi con l’eccellenza del vino toscano. Sembra banale ma quando siamo là a ricevere il premio, notiamo una certa curiosità di visitatori, operatori e responsabili dell’iniziativa. Noi partecipiamo ormai dal 2009 e, tranne lo scorso anno, abbiamo sempre ricevuto premi in terra di Piemonte, dove non regalano proprio nulla”.

Excellent results for Querce Bettina in the land of Piedmont.

This year, the Brunello 2011 and the Rosso di Montalcino 2013 from the winery Querce Bettina were honored at the National Competition of Douja D’Or,
which takes place every year in the occasion of the Astigiano month, which revolves around the neighborhoods of the Palio. The contest with the participation of wines from all over Italy, where after a rigid selection from the Onav experts, the wines that surpassed the score are honored with a certificate of high quality. “The idea to participate in this selection comes from the desire to deal with different cultures and winemaking traditions, going to Asti to meet the wine experts and lovers of Piedmontese wines bringing our Tuscan wine excellence. It seems trivial, but when we were there to receive the award we noticed a certain curiosity among the visitors, operators and managers of the initiative.” Mr. Moretti, owner of the winery, explains to us: “We participate in this competition since 2009, and except for last year we’ve always received awards in the land of Piedmont, where they just never make a giveaway of awards.”


Quercia Bettina, il terroir del Brunello a Montalcino

Articolo tratto da: “igrandivini.com”

Se si ha in programma una visita a Montalcino, e si è appassionati di buon vino, l’azienda Querce Bettina è una tappa obbligatoria sulla strada del Brunello. Con una produzione di nicchia, (che si aggira sulle 6500 bottiglie di Brunello e su circa 9000 bottiglie di Rosso di Montalcino Doc l’anno) e con una riserva che viene fatta solo in annate selezionate, una visita in cantina con relativa degustazione è irrinunciabile, anche solo per ammirare lo splendido panorama, che spazia dalla Val D’Orcia fino alle zone metallifere di Civitella Marittima.
L’azienda è situata nel versante Sud-Ovest del Comune di Montalcino, a 440 metri sul livello del mare, dove la montagna declina dolcemente, lasciando spazio alla Val D’Orcia, si estende per trenta Ettari, fra macchia, uliveti e vigneti con una superfice vitata di 2,4 ettari; l’ impianto delle uve risale al 1999.
La produzione di vino, pregiata ed encomiabile è espressione della sapiente conoscenza del terroir di Montalcino e della passione per questa terra, passione che è dimostrata anche dalla scelta di produrre biologico fin dagli inizi.

If you’re planning to visit Montalcino and you’re a good wine’s lover, the company of Quercia Bettina is a necessary stop on the street of the Brunello. With a niche production, (that is around 6500 Brunello bottles and 9000 Rosso di Montalcino Doc bottles per year) and with a Riserva that is produced only in selected years, the cellar and a relative tasting are worth of a visit, also just to enjoy the stunning view, going from the Val D’Orcia to the metal-bearing areas of Civitella Marittima.
The company is located in the south-west side of the district of Montalcino, 440 meters above the level of the sea, where the mountain slightly diminishes, leaving the place to the Val D’Orcia, extended on thirty hectars of scrub, olive trees and 2,4 hectars of vineyards; the implantation of the grapes comes from the 1999.
The production of wine, fine and commendable, is expression of the wise knowledge of the terroir of Montalcino and of the passion for this land, being shown also by the biological choice since its start.


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2009

Tim Atkin MW – Brunello Report 2009 – 91pt
Merum Magazine, Germany – Best Wines of Italy Review 2014 – 2 hearts
Stephen Tanzer’s International Wine Cellar – 90pt

“Made with grapes from a single block of 2.35 hectares (there will be no Riserva in 2009) this comes from vineyards at 440 metres and it shows in the crunchy freshness of the wine. Balanced and aromatic with a touch of reduction, this is an appealing, savoury-sweet Brunello that has a minty, green-edged note for added complexity. 2014-20” Tim Atkin timatkin.com

“Ripe, supple and dense but also airy and classically dry, with raspberry, cherry compote and sweet spice flavors dominating. Finishes long, with a light touch and lingering red cherry notes… you’ll find it hard to put the glass back down: I especially like this wine’s balance: it manages to stay light and lively. Very well done.” Stephen Tanzer’s IWC


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2008

Due Bicchieri Rossi del Gambero Rosso
Merano Wine Festival 2013 – High Class Award


BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA, 2007

l’Eccellenza dalla commissione che cura la guida dell’Espresso
Corona dalla guida Vini Buoni d’Italia e Corona delle Corone
Doctor Wine by Daniele Cernilli – 93pt

“Il vino è granato intenso, dal naso ancora giovane e abbastanza nitido, soprattutto di ciliegia, ribes e fragola. In bocca è molto sapido, fresco e piacevole, integro, dai bei tannini distesi e con giusta acidità.” Doctor Wine


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2007

Cellartracker score – 94pt
Doctor Wine by Daniele Cernilli – 94pt

“Un vino che coniuga con maestria territorio e personalità. Di stampo molto classico mostra tuttavia una bella facilità di beva ed un olfatto molto giocato sul frutto. Grande pulizia con intense sensazioni fruttate e una nota calda non stucchevole. Intense le note di mirtilli, ciliegia e more mature. Incredibile la fase gustativa per coerenza e progressione grazie alla buona acidità a sostenere la buona massa estrattiva mentre il tannino è già risolto come spesso accade in questa annata. Finale molto persistente e di grande ampiezza.” Doctor Wine


BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA, 2006

Due Bicchieri Rossi del Gambero Rosso
Cellartracker score – 96pt
Oscar della douja d’Or 2010
Doctor Wine by Daniele Cernilli – 96pt

“Rubino classico e luminoso. Naso ancora giovanile nelle sue sfumature fruttate di marasca e ciliegie, impreziosite da accenni speziati di vaniglia e da una leggera nota di caffè. Nessuna concessione a sentori di frutta matura ma tanta intensità e pulizia. Bocca di grande potenza ed eleganza, note calde suadenti con un’ottima consistenza e la progressione decisa che accompagna. Ottimo l’equilibrio con tannini di ottima fattura ed una meravigliosa acidità. Corrispondente il finale, profondo, ampio e di rara complessità.” Doctor Wine


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2006

Oscar della douja d’Or 2011
Tre Bicchieri del Gambero Rosso


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2005

Oscar della douja d’Or 2010
Concour Mondial de Bruxelles 2010 – Medaglia d’Argento | Silver Medal


BRUNELLO DI MONTALCINO, 2004

Cellartracker score – 95/6pt

“My two favourite wines of the 2004 vintage are Querce Bettina and CdN Tenuta Nuova”
Wine Spectator Forum: Posted by Jochems 20/6/2009


ROSSO DI MONTALCINO, 2011

Menzione Speciale Douja D’or
Espresso 16,5/20 – Vino Ottimo/Eccellente – 3 bottiglie
Veronelli – Vino Eccellente – 3 stelle
Merano wine Festival Award 2014
Vini Buoni d’Italia – Vino Ottimo – 4 stelle


ROSSO DI MONTALCINO, 2010

Menzione Speciale Douja d’Or
Espresso 16/20 – Vino Ottimo – 3 bottiglie
Vini Buoni d’Italia – Vino Buono – 3 stelle
Veronelli – Vino Ottimo – 2 stelle


ROSSO DI MONTALCINO, 2009

Oscar della douja d’Or 2010


ENVIRONMENTAL MENTIONS/AWARDS

Ecofriendly Award 2014 – Vini Buoni d’Italia
Grandi Vini, Febbraio 2009

Scarica l’articolo da Grandi Vini / Download the article from Grandi Vini in pdf